News/Eventi

  • Festa delle Forze Armate, dell UnitÓ Nazionale e Commemorazione dei Caduti

    04/11/2016

    Venerdì 4 Novembre, la comunità ospitale di Masullas, organizza la cerimonia di commemorazione in ricordo dei caduti di tutte le guerre per la giornata delle forze armate e dell’unità nazionale.

    Il 4 novembre è un giorno importante per la storia d’Italia: si celebra infatti in questa data l’armistizio che nel 1918 pose fine alle ostilità tra l’Italia e l’Austria – Ungheria. Il 4 novembre è stata l’unica festa nazionale che, istituita nel 1919, abbia attraversato le età dell’Italia liberale, fascista e repubblicana. Fino al 1976 è stata un giorno festivo a tutti gli effetti. Nel corso degli anni ’80 e ’90 la sua importanza nel novero delle festività nazionali è andata declinando, ma in corrispondenza con la Presidenza della Repubblica di Carlo Azeglio Ciampi è tornata a celebrazioni ampie e diffuse.

    In occasione del 4 novembre e dei giorni immediatamente precedenti le più alte cariche dello Stato rendono omaggio al Milite Ignoto, la cui salma riposa presso l’Altare della Patria a Roma, e si recano in visita Sacrario di Redipuglia dove sono custodite le salme di 100.000 caduti nella guerra del ’15-’18, nonché a Vittorio Veneto, la località in cui si svolse l’ultimo confronto militare della Grande Guerra fra Esercito italiano ed esercito austro-ungarico. Le celebrazioni più importanti si tengono a Trento, Trieste e Roma.In occasione della giornata delle Forze Armate Italiane, inoltre, è prassi che il Capo dello Stato e il Ministro della Difesa inviino all’esercito un messaggio di auguri e di riconoscenza a nome del Paese.


    Anche Masullas, a modo suo, rende omaggio ai caduti in guerra dedicando una giornata al loro ricordo. La cerimonia avrà inizio alle 10:30 con il ritrovo nel piazzale del Comune di Masullas delle Forze Armate (Carabinieri, Polizia, Compagnia Barracellare), delle Autorità, dei cittadini, degli alunni della scuola (materna primaria e secondaria) e di tutti i cittadini di Masullas che hanno fatto parte delle forze armate, che ormai sono in pensione e che vogliono rendere omaggio ai caduti, indossando di nuovo la divisa militare. Alle 11:00 seguirà la Santa Messa presso la ChiesaBeata Vergine delle Grazie e a seguire la commemorazione vera e propria con la deposizione della Corona al Monumento dei Caduti in Guerra che si trova in Piazza Felice Pinna, l’intervento del Sindaco e la lettura di alcuni pensierini da parte dei ragazzi delle scuole. Durante la deposizione della Corona, un trombettiere suonerà l’inno del silenzio militare.